News

AV, EPP, EDR, XDR, MDR: tutti gli acronimi della cybersecurity

Nel labirinto delle soluzioni per la cybersecurity, gli esperti del settore si muovono tra acronimi e sigle quali AV, EPP, EDR, XDR, e MDR, che spesso appaiono simili ma nascondono differenze sostanziali. Analizziamo insieme queste soluzioni, tutte pensate per proteggere il nostro mondo digitale, ma con approcci e capacità diverse. 

AV – Un primo passo nella sicurezza informatica 

L’Antivirus (AV) si posiziona come la prima linea di difesa nel campo della cybersecurity, agendo attraverso un sistema di firme e hash al fine di identificare e bloccare minacce già note e catalogate. Tuttavia, la sua efficacia viene spesso messa in discussione di fronte alle minacce di nuova generazione, in particolare quelle del tipo zero-day, ancora non identificate e, quindi, non bloccabili dall’antivirus. Da qui, la riflessione proattiva che ci spinge verso soluzioni più complesse e innovative come l’MDR. 

EPP – Evoluzione e intelligenza artificiale 

L’Endpoint Protection Platform (EPP) rappresenta un’evoluzione dell’antivirus, adottando modelli predittivi e intelligenza artificiale (IA) per identificare comportamenti dannosi, anche di file o codici mai incontrati prima. Nonostante ciò, gli EPP mostrano le loro lacune quando una minaccia riesce a superare i loro meccanismi di difesa, rendendo imperativo l’esplorare ulteriori livelli di protezione. 

EDR – Focus sugli endpoint 

L’EDR (Endpoint Detection & Response) intensifica il monitoraggio delle minacce e anomalie, concentrando la sua attenzione sugli endpoint, ovvero quei dispositivi come PC, laptop e server, che rappresentano spesso il target di cyber attacchi. L’EDR non solo rileva, ma aggiunge un valore fondamentale nel contesto della sicurezza, individuando minacce che sono riuscite a eludere gli strati di prevenzione e protezione. 

XDR – Un osservatorio dell’infrastruttura IT 

L’Extended Detection & Response (XDR) non si limita a un monitoraggio specifico, ma estende la sua rete, raccogliendo e correlando dati da tutta l’infrastruttura IT, garantendo così una visione più completa e una risposta più veloce ed efficace nei confronti delle minacce, attenuando contemporaneamente i rischi e fortificando l’intera infrastruttura. 

MDR – La gestione esternalizzata e competente 

L’MDR (Managed Detection & Response), emergendo come risposta alla necessità di competenze specializzate, offre non solo accesso a piattaforme di sicurezza avanzate (come EDR o XDR), ma anche un team di specialisti dedicato a gestirle. Affidare la gestione della cybersecurity a un Managed Security Service Provider come Cyberlys tramite MDR assicura non solo un’infrastruttura tecnologica all’avanguardia ma anche un supporto esperto e costante. 

Perché optare per un MDR? 

Le minacce informatiche sono sempre in evoluzione e l’MDR si propone come un’alternativa solida per aziende che desiderano elevare la propria sicurezza, fornendo protezione 24/7 contro minacce esterne e interne, ransomware e attacchi zero-day. Il servizio di MDR assicura un monitoraggio costante, analisi profonde tramite IA e un miglioramento continuo del livello di sicurezza, garantendo allo stesso tempo la continuità operativa. 

In conclusione 

Navigare con consapevolezza attraverso la marea delle soluzioni di cybersecurity richiede una comprensione chiara degli acronimi, delle proprie esigenze e delle capacità delle diverse opzioni disponibili. Da AV a MDR, la strada verso la sicurezza informatica integrale prevede una combinazione strategica di tecnologia, competenza e vigilanza continua. In un’era digitale dove le minacce sono sempre in agguato, scegliere la soluzione più adeguata diventa non solo strategico, ma imperativo.

Contattaci per approfondire le soluzioni di sicurezza più adatte alla tua azienda

Richiedi una consulenza